Uno dei tour alpini più belli dell'Alto Adige è quello alla volta della Parete Bianca. Si tratta di un’escursione abbastanza impegnativa durante la quale si possono ammirare suggestive formazioni rocciose e che offre una vista mozzafiato sul lago Sandessee. È possibile perfino ammirare le forme sedimentarie di un ghiacciaio roccioso. Il lago Sandessee è un sito naturale protetto.

Livello di difficoltà: difficile
Inizio: Weiler Stein, parcheggio "Hölle" (Val di Fleres)
Percorso: 17,1 km
Tempo di camminata: 7-8 ore
Dislivello: 1.678 m salita/ 1.678 m discesa

Questo splendido tour in quota nella zona escursionistica di Vipiteno Racines inizia dal parcheggio "Hölle" a Val di Fleres. Da qui si prende il sentiero n. 6 leggermente in salita fino alla Malga Furtalm e poi si prosegue fino al Rifugio Cremona alla Stua (Magdeburgerhütte). In alto sopra il fondovalle, gli escursionisti possono godersi un magnifico tour in alta quota nella zona escursionistica di Vipiteno Racines. Un sentiero conduce dal rifugio Cremona alla Stua in direzione nord-est. Vi preghiamo di prestare molta attenzione alle marcature che vi guidano attraverso punti molto scoscesi prima di raggiungere le distese rocciose. La fiancata meridionale della montagna è munita di corde e morsetti. Arrivati al bivio, la salita finale, molto ripida, conduce all'imponente cima della Parete Bianca. Per il ritorno dal tour in quota in Alto Adige si ritorna al bivio e si prende il sentiero ad est che attraverso un'ampia fascia rocciosa che costeggia il fianco occidentale del Dente Alto (Hoher Zahn). La discesa continua verso est per poi svoltare verso nord. Tenendo la destra si attraversano i pendii meridionali del Pflerscher Pinkl. Per tornare a valle il percorso si snoda in direzione sud-est con vista sul rifugio Tribulaun e lo splendido laghetto di Sanes. Da qui si scende lungo un sentiero fino al punto di partenza.